DIVORZIO CONSENSUALE

Le parti che abbiano entrambe interesse alla pronunzia di divorzio ed abbiano raggiunto le intese su tutti gli aspetti essenziali e/o eventuali relativi al loro assetto familiare (affidamento figli minori, modalità di contributo al loro mantenimento od a quello dei figli maggiorenni non indipendenti economicamente, assegnazione casa coniugale, assegno divorziale, eventuali trasferimenti immobiliari, ecc.) potranno redigere un unico ricorso a firma congiunta con l’assistenza  di un medesimo legale di fiducia.

I requisiti per l’impiego di tale strumento procedimentale abbreviato sono pertanto, da un lato, la domanda congiunta e dall’altro, la compiuta indicazione nel ricorso delle condizioni inerenti alla prole e ai rapporti economici. Domanda congiunta significa che non solo che l’atto deve essere sottoscritto da entrambi, ma che deve anche avere un contenuto unitario

Il divorzio a firma congiunta si svolge davanti al Collegio in Camera di Consiglio e generalmente si risolve in una sola udienza.

SERVIZI DI DIVORZIO CONSENSUALE O CONGIUNTO

Il Servizio di Divorzio Consensuale – Congiunto consta delle seguenti attività:

  • Consulenza legale per fissare le condizioni di separazione decise dai coniugi
  • Redazione del ricorso per divorzio congiunto da parte di un avvocato
  • Deposito del Ricorso presso il Tribunale Italiano Competente per Territorio
  • Assistenza in Giudizio in Tutti i Tribunali Italiani.
  • Consegna ai coniugi della sentenza di Divorzio.

Possono accedere al divorzio congiunto le coppie di coniugi che sono comparse davanti al giudice per la separazione da almeno sei mesi (non vale quindi la data del provvedimento di separazione, ma quella  dell’udienza di comparizione davanti al Presidente del Tribunale).

Novità divorzio breve

La legge sul divorzio breve pubblicata nella gazzetta Ufficiale n.107 del 11 maggio 2015, entrata in vigore il 26 maggio 2015 consente di richiedere il divorzio dopo 6 mesi dalla comparizione dei coniugi avanti al Presidente del Tribunale, nel caso di separazione consensuale e dopo un anno se con ricorso al giudice

Non si dovrà attendere , come in passato, il trascorrere di tre anni dalla separazione, pur restando necessari i due gradi di giudizio (separazione consensuale o giudiziale in Tribunale e successivamente il divorzio).

Evitate di seguire soluzioni fai da te, senza esservi prima consultati con esperti del settore.

BMR CONCILIAZIONI offre soluzioni valide per divorziare a costi contenuti e in tempi rapidi, grazie alla conoscenza e applicazione da parte degli avvocati convenzionati con l’Associzione delle nuove procedure previste dal D.L. 132/2014, nonché degli strumenti offerti dal processo civile telematico.

divorzio
numeroverde