VANTAGGI DELLA MEDIAZIONE

Volontarietà del procedimento

Le parti partecipano alla conciliazione per decisione propria, e:

  • possono decidere di portare a buon fine la procedura solo se lo considerano conveniente per i loro interessi;
  • in caso di accordo ne delineano direttamente i relativi termini;
  • non sono costrette a rinunciare ad altre modalità di risoluzione del conflitto.

Rapidità della procedura

Il procedimento di mediazione ha una durata massima non superiore a 4 mesi dal deposito della domanda.

Economicità

Si corrisponde solo il diritto di segreteria fissato per l’avvio della procedura e, sulla base di quanto indicato nelle apposite tabelle, l’ onorario del mediatore, in base allo scaglione del valore della controversia.

L’imparzialità

Il conciliatore è un terzo imparziale, e non può avere interessi in comune con nessuna delle parti.

Riservatezza

Nulla di ciò che emerge dalle sedute di mediazione potrà essere rivelato dai mediatori, né dalle parti. Il mediatore é tenuto a firmare prima dell’inizio della procedura una dichiarazione di riservatezza. Il mediatore inoltre non può essere chiamato a testimoniare.

Procedura cooperativa 

La conciliazione favorisce la prosecuzione dei rapporti tra le parti su basi   collaborative e facilita la ricerca di soluzioni creative e originali in funzione del vantaggio reciproco, riduce l’ostilità, coinvolge le parti nella negoziazione e le responsabilizza, rendendole protagoniste di ogni decisione.

Il mediatore favorisce un dialogo che porti ad un accordo reciprocamente vantaggioso.

La professionalità dell’organismo di mediazione é dunque fondamentale per il successo della mediazione.

I mediatori BMR CONCILIAZIONI sono professionisti appartenenti all’area giuridicoeconomica e sono in grado, grazie all’elevata professionalità e competenza, di condurre il contenzioso a una soluzione condivisa e soddisfacente.

Autocomposizione

La risoluzione del loro caso é lasciata alle parti, non é demandata a terzi la decisione.

Autonomia

Se le parti non arrivano ad un accordo, non perdono alcun diritto e possono avviare o proseguire l’attività giudiziaria. Il verbale di conciliazione, pur essendo una soluzione extragiudiziale e condivisa, di fatto produce gli stessi effetti di una sentenza in quanto ha efficacia esecutiva tra le parti.

Vantaggi fiscali

  • Gli atti della procedura sono esenti da imposta di bollo e da ogni spesa, tassa o diritto di qualsiasi specie e natura;
  •  iI verbale di conciliazione è esente dall’imposta di registro entro il limite di valore di € 50.000.
  • alle parti, in caso di successo della mediazione, è riconosciuto un credito d’imposta commisurato all’indennità dovuta all’organismo di conciliazione fino a concorrenza di € 500.

In caso di insuccesso della mediazione, il credito d’imposta è ridotto della metà.